CURIOSITA' SUL CINEMA WESTERN ITALIANO

La storia di Trinità l'aveva ideata Ernesto Gastaldi per la Sancrosiap dei fratelli Sansone che avevano pagato solo il primo tempo della sceneggiatura perchè poi erano falliti. Bud Spencer che l'aveva letta, la raccontò a Enzo Barboni che ne fece una nuova sceneggiatura, tanto che per evitare cause legali pochi mesi dopo Bud Spencer interpretò gratis SI PUO' FARE, AMIGO prodotto proprio dai fratelli Sansone.
(fonte Ernesto Gastaldi)

Dopo l'enorme successo mondiale de "IL MIO NOME E' NESSUNO" prodotto da Sergio Leone e diretto da Tonino Valerii, Spielberg telefonò a Sergio offrendogli la regìa del film "I PIRATI" Sergio rifiutò. Spielberg gli chiese quale fosse il film più bello che aveva diretto secondo lui, Leone rispose "DUEL". Poi chiese a sua volta a Spielberg quale fosse il miglior film fatto da lui, Spielberg rispose "IL MIO NOME NESSUNO"!
(fonte Ernesto Gastaldi)

Una strana coincidenza è che sono stati girati in tutto 14 film western con il nome Django nel titolo, 14 con il nome di Ringo e sempre 14 con il nome di Sartana.(fonte STAFF)

Ben 29 western avevano la parola dollaro o dollari nel titolo, mentre soltanto 10 la parola vendetta che era quasi sempre il tema principale delle trame dei western all'italiana. (fonte STAFF)

In Almeria durante le riprese de IL MERCENARIO pare che Sergio Corbucci abbia visto e ripreso un UFO da una distanza molto ravvicinata, il materiale in un primo momento consegnato alla RAI è stato poi inspiegabilmente sequestrato dalla NASA.
(fonte Sergio Corbucci, Jack Palance, Franco Nero e Christian De Sica)

Sergio Leone è il regista più amato dagli scienziati. Il film più citato dagli studi scientifici è Il buono, il brutto e il cattivo. Il film è citato in ben 2.710 studi accademici.
(fonte Reto Schneider, giornalista di «Weird Experiments»)

Sergio Corbucci prese il nome Django dal celebre jazzista Django Reinhardt, di cui era un grande fan. Il film venne girato con pochi soldi in poco più di venti giorni di riprese. Il basso budget fu probabilmente la fortuna di Franco Nero, che venne scelto al posto di Mark Damon.
(fonte Ruggero Deodato)

Sergio Corbucci ebbe l'idea di mettere un pistolero che si trascinava una bara dietro, dopo aver visto una cosa del genere in un fumetto, mentre l'idea dei cappucci rossi gli venne perchè le comparse della Elios erano tutti brutti, sdentati e con dei visi improponibili.
(fonte Ruggero Deodato)

Franco Rossellini produttore del film, aveva letteralmente pregato Sergio Corbucci di dirigere DJANGO, Corbucci infatti non era convinto di quasi niente del film e ripeteva continuamente: "Sto facendo la più grande porcheria della mia vita!"
(fonte Nori Corbucci)

Sergio Leone voleva realizzare una serie western dal titolo "C'era una volta la Colt" con Giuliano Gemma protagonista, ma pochi mesi dopo venne a mancare.
(fonte Giuliano Gemma)

Duccio Tessari in "UNA PISTOLA PER RINGO" prese il nome Ringo da John Wayne in "Ombre Rosse" e vestì Giuliano Gemma come Gary Cooper in "Mezzogiorno di fuoco".
(fonte Giuliano Gemma)

Tomas Milian e Gian Maria Volontè fecero letteralmente a botte sul set di FACCIA A FACCIA dopo che durante una discussione politica Volontè apostrofò Milian con la frase: "...cubano di merda!"
(fonte Tomas Milian)

Quando Sergio Leone presentò la trama di "PER UN PUGNO DI DOLLARI" gli fu detto che era una storia senza protagonista femminile e con una trama poco interessante. Gli consigliarono così di cambiare la sceneggiatura, inserire delle situazioni comedy e affidare il ruolo di attori protagonisti a Tognazzi e Vianello!.
(fonte Famiglia Sergio Leone)

Durante le riprese di "La taglia è tua l'uomo l'ammazzo io!" gli attori scrivevano la sceneggiatura sul set ed erano quasi tutti sotto l'effetto di alcol, cannabis e acidi, il tutto all'insaputa di Edoardo Mulargia.
(fonte Robert Woods)

Nel manga "Ken il guerriero" troviamo dei personaggi che combattono i demoni vestiti come i personaggi western di Leone, e il loro giovane capo è vestito esattamente come l'uomo senza nome interpretato da Clint Eastwood, con anche il famoso poncho.
(fonte 2° serie Ken Il Guerriero)

PER UN PUGNO DI DOLLARI aveva come titolo durante le riprese IL MAGNIFICO STRANIERO, poi fu cambiato in SFIDA A TEXAS CITY regia di Daniel P.Lion, con cui vennero stampati anche alcune locandine, poi a 2 settimane dall'uscita fù cambiato in PER UN PUGNO DI DOLLARI regia di Bob Robertson.
(fonte STAFF)

Nel film "Buffalo Bill L'eroe del Far West". In una scena di lotta con l'attore americano Gordon Scott, Mario Brega, stanco dell'attore americano che nelle scene lo picchiava per davvero, nonostante l'altro fosse boxeur vincitore de "Il Guanto D'Oro" americano. Dopo 4 pugni di Gordon Scott, Brega rispose con un sinistro alla bocca dello stomaco di Scott e un gancio destro in pieno volto, cose che ruppe il naso dell'attore americano, stendendolo per terra k.o. Mentre l'altro era tramortito, Brega lo avrebbe esortato a rialzarsi con frasi pesanti e colorite. Questo fatto divenne così "famoso" che Carlo Verdone, amico di Mario Brega, volle inserirlo come racconto fatto proprio da Mario Brega nel film "Borotalco".
(fonte Piero Lulli, Carlo Verdone)

Nel film "Che c'entriamo noi con la Rivoluzione?" dopo tre mesi di riprese Sergio Corbucci si accorse che a causa di un guasto tecnico non era stata registrata nessuna scena. Quindi dovette rigirare tutto il film daccapo, quasi in presa diretta gli attori rigirarono tutte le scene in solo 22 giorni.
(fonte Paolo Villaggio)

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus